Douglas Tompkins: il fondatore di The North Face

Douglas Tompkins: il fondatore di The North Face
12 Settembre 2019 WearLimited
In News
Douglas Tompkins fondatore di The North Face

Douglas Tompkins, fondatore di The North Face, è venuto a mancare nel Dicembre del 2015.

Nonostante la sua scomparsa, il signor Tompkins, viene ancora ricordato da tutti gli appassionati di escursionismo, non soltanto per la creazione di The North Face, brand outdoor di culto, ma anche come filantropo e ambientalista, perché Doug Tompkins, ha vissuto sempre in maniera intensa l’escursionismo e il senso di empatia con l’ambiente.

Douglas Tompkins: l’adolescenza e The California Mountaineering Guide Service

Douglas Tompkins nasce il 20 marzo del 1943, e dimostra fin da ragazzo un certa sensibilità verso i temi legati all’ambiente.

Trascorre i primi anni a New York dove non riesce a diplomarsi essendo stato espulso da scuola e proprio tutta questa energia riesce a veicolarla in alcuni progetti che saranno fondamentali per la sua immagine ma allo stesso tempo per la società e l’ambiente.
Sempre qualche anno prima, Douglas, si diletta in gare di sci e di arrampicata in diverse località del mondo specialmente Sud America ed Europa, mentre nel 1963 fonda il servizio di guida alpina dello stato della California: The California Mountaineering Guide Service.

In quale anno viene fondato il brand The North Face?

  • Doug Tompkins fonda the North Face nel 1964, con la compagna, Susie Tompkins Buell,
  • Doug e Susie si erano incontrati…facendo l’autostop!
  • Proprio con la sua futura moglie, otterranno un prestito di 5mila dollari da una banca, e lanceranno il leggendario brand The North Face.
  • The North Face riuscì a riscuotere grande notorietà, tanto che all’apertura del primo store, nel 1966, suonarono i The Grateful Dead.

Alla sua neo azienda va il merito di aver commercializzato la prima tenda da campo senza sostegno centrale, l’assenza di spigoli e la struttura ad aste pieghevoli, lasciava spazio all’interno della tenda, rendendola anche più aerodinamica ad eventuali folate di vento in alta quota. Questo elemento ci porta a riflettere su come tanti brand, oggi considerati Hype, e noti per il loro approccio tech, affondino le proprie radici in una tradizione militare. Esempio lampante è il tela stella di Stone Island, che prende spunto appunto da una tenda militare lo Zeltbahn.

Poco più tardi, nel 1968, insieme ad altri scalatori professionisti intraprende un lungo viaggio di 6 mesi, dalla California fino in Patagonia, nel quale apre nuove vie per alpinisti e grazie alle loro documentazioni riescono a girare un film d’avventura: Mountain of storms. Il 1971 segna un’altra tappa della sua carriera imprenditoriale, sempre con la moglie, apre il marchio Esprit, facendolo diventare proprio in quel periodo uno dei brand più in voga.

Oltre the North Face, Douglas Tompkins: Ambientalista e filantropo

Douglas Tompkins non è diventato noto “solo” per essere il fondatore del brand The North Face e dopo aver ceduto le sue attività commerciali nel 1989, concentra i suoi sforzi in attività di salvaguardia e conservazione del territorio, soprattutto in sud America, dove ha trascorso maggior parte del suo tempo da giovane avventuriero alpinista. Nel 1990 fonda la Foundation for Deep Ecology e nel 1992 The Conservation Land Trust, mentre nel 1993 vola a nozze con l’ex CEO di Patagonia, Kristine McDivitt, con la quale lavorerà su molti progetti di protezione del territorio. Tompkins compie la propria opera maestra quando presenta il primo progetto per la protezione del parco Pumalin in Cile, oltre 800 mila acri di foresta pluviale e quando acquista una fattoria abbandonata in Cile, la fattoria Reñihué, che con i suoi 17 mila ettari diventa una delle aree protette più grandi del pianeta.

Tompkins é venuto a mancare l´8 dicembre del 2015, all’età di 72 anni, durante un’escursione in kayak in Patagonia, nella parte sud del Cile. Non poteva finire diversamente dopo tutto, una vita dedicata ad attività talvolta estreme ma sempre all’aria aperta, animato da uno spirito avventuriero che è sempre stato il più grande stimolo per ogni sua attività. Un uomo non solo dotato di grande abilità imprenditoriale ma guidato allo stesso tempo da quella voglia di scoprire, vivere e difendere la natura che soltanto chi è riuscito a respirarla in pieno riesce totalmente a comprendere, sperando che qualcuno possa raccogliere quel trono ormai vuoto da un po’ di tempo.

The North Face Oggi

dall´alpinismo allo streetwear tecnico!

Fin dai tempi della sua fondazione, the North Face, è sempre stato un brand rivolto a professionisti del settore. Negli ultimi anni, con l’aumento di popolarità dell’abbigliamento tech nel vestire quotidiano, il brand americano è riuscito a farsi apprezzare da tutti gli appassionati di tech streetwear e rimanere al passo coi tempi consolidandosi come uno dei leader del mercato. Materiali tecnici come gore tex e apex flex sviluppati direttamente dall’azienda stessa hanno sempre più trovato spazio nella produzione di capi per uso quotidiano, perfetti anche in un contesto urbano. Diversi designers, che si conraddistinguono per un approccio tech, come Junia Watanabe, hanno collaborato col il brand fondato da Tompkins.Una dimostrazione ne sono le ultime collezioni, capi d’abbigliamento in grado di resistere in condizione limite, ma allo stesso tempo facilmente indossabili tutti i giorni, la vera forza di the North Face.

 

Se siete dei fan del Brand The North Face, noi vi consigliamo di dare un´occhiata a questi store: